lunedì 7 luglio 2014

Posted by Adespoto Posted on 17:54 | 6 comments

Pervanniversario

 

Un anno fa, tra circa 2 ore, abbiamo fatto per la prima volta l’amore.

(una rima piana non si nega a nessuno).

E’ stato un po’ come tornare alle prime armi, sono precisamente di fronte a dove abbiamo cominciato, chiudo gli occhi e ricordo la scena, ricordo che le chiesi scusa infinite volte (un po’ ammazza-passione, ma ce n’era talmente tanta che non ha sortito effetto).

Mi ricordo che ci abbracciavamo e ci baciavamo  e dopo 6 mesi, di preliminari, io ero e sono diventato il “perv”, perché, tendenzialmente, sono il pervertito.

Non avevamo un letto, non avevamo una cena prima, o un aperitivo, avevamo forse una serie TV in streaming poco prima, o un film, gente che usciva ed entrava, gente mandata via,  il posto non è per niente intimo, ne tantomeno coinvolgente, eppure, a discapito di tutte le candele e luci soffuse, siamo stati travolti dalla passione, non ci eravamo organizzati, non ci eravamo preparati, pensavamo non sarebbe mai successo, che sarebbe finito tutto in una serie infinita di baci e di carezze.

Ce lo siamo detti tante volte che avremmo voluto “stare insieme”, talmente tante volte che alla fine, ero impacciato come un 13enne, ma sentivo come fosse normale. Non avevamo bisogno delle candele, bastava spengere la luce, chiudere la porta e poi “stavamo insieme”, ci promettevamo di non rifarlo, ogni giorno… Ci impegnavamo nel dire l’ultima volta, ogni giorno.

Ogni giorno era la prima e l’ultima, impacciati e affiatati come non ci fossimo mai conosciuti così, ogni santo giorno.

Nonostante questa modalità di approccio devo confessare che la prima volta che l’abbracciai sembravo una marionetta la cui mano veniva abbassata a scatti con un filo, le davo colpi sulla spalla manco dovesse fare il ruttino, un mongoloide praticamente.

Poi una volta mi chiese di abbracciarla, eravamo seduti accanto. Non avrei mai voluto interrompere quel momento, non avrei mai voluto smettere di essere guardato con quegli occhi. Ma un abbraccio non si nega a nessuno… soprattutto se la pelle è così morbida e ti arrapa parecchio.

Abbiamo avuto tantissime ultime volte, 2 settimane fa, ci dovevamo vedere per un caffè, siamo finiti a casa mia, fino alle 16… dalle 7 di mattina. Le 7 di mattina… ho dovuto mettere una sveglia per far svegliare la mia sveglia, non essendo abituata.

Ma ora dopo un anno, abbiamo avuto il letto, abbiamo avuto il pasto, sia dopo che prima, abbiamo avuto qualcosa di diverso di un ufficio, una scrivania, stare in piedi, ma alla fine non è cambiato nulla, io sono impacciato, divento come un cretino, diventa una prima volta come tutte le volte. La prima e l’ultima.

Categories: , ,

6 commenti:

  1. Ogni tanto ti rifai vivo.
    Beh, non so che luna ci sia stasera, ma un anniversario è sempre magico... puoi far qualcosa^^

    Moz-

    RispondiElimina
  2. Chissà se sei ancora vivo... :)

    Moz-

    RispondiElimina
  3. Io mi domando sempre se sei vivo... :)

    Moz-

    RispondiElimina
  4. Ogni tanto butta un segnale :)

    Moz-

    RispondiElimina
  5. h9h 09ww9 08+ dyqjq458

    ma 58qj9, always

    RispondiElimina